Le regole dei contratti di fornitura di gas gpl in bombolone

  1. Vai alla navigazione
  2. Vai all navigazione secondaria
  3. Vai al contenuto
 
 
 
Le regole dei contratti di fornitura di gas gpl in bombolone
 
www.centroconsumatori.tn.it/143d1385.html
 

Navigazione secondaria

Abitare, costruire & energia
 

Contenuto

Le regole dei contratti di fornitura di gas gpl
in bombolone

Diversi contratti di fornitura sono stati stipulati molti anni fa e ne sono conseguiti numerosi taciti rinnovi; clausole vessatorie, vincoli inscindibili, costi e penali fuori regola che portano ad ostacolare la libera scelta del consumatore, come voluto dalle regole della concorrenza.

Il settore è disciplinato unicamente dall’art. 10 del D.lgs. 11 febbraio 1998, n.32 e, da poco, da alcuni pronunciamenti dell’AGCM: si tratta di tre procedimenti avviati per accertare eventuali prassi commerciali scorrette da parte di tre società fornitrici di gas gpl in bombolone; procedimenti conclusi con l’accettazione degli impegni delle tre società, nel senso di rispettare la legge e i diritti dei consumatori (PS 10249- PS 10277- PS 10099).

Questo tipo di fornitura, come sottolineato dall’Autorità Garante, si caratterizza per l’abbinamento di due diversi contratti: uno per la fornitura vera e propria del gas e l’altro per l’installazione del serbatoio.

Acquisto o comodato per il serbatoio?

Per quanto riguarda l’installazione del serbatoio il consumatore può scegliere tra l’acquisto o il comodato (art. 10 comma 1, D.lgs. 32/1998). Per decidere, serve chiarezza nei costi: devono essere specificate le spese di acquisto, installazione e dell’eventuale rimozione del bombolone. Cercate l’azienda che non vi addebita costi per la rimozione del bombolone, nel caso di cambio fornitore. Se avete già in essere un contratto con tale clausola segnalatecelo.

Durata del contratto di comodato/locazione del serbatoio:

Massimo due anni, e può essere tacitamente rinnovato (scegliete rinnovi taciti per periodi non superiori ad un anno);

Il consumatore può decidere di prendere, inizialmente, in comodato il bombolone e solo successivamente acquistarlo (opzione di acquisto).

Se i contratti sono stipulati fuori dai locali commerciali vi è la possibilità di esercitare il diritto di recesso.

E’ vietata l’esclusiva di approvvigionamento!

Divieto di esclusiva, la norma riporta che il contratto non può vincolare l’utente all’acquisto di predeterminate quantità di prodotto o lo stesso in regime di esclusiva.


Chiarezza nei prezzi del gas

In riferimento al prezzo le società si sono impegnate ad indicare nei contratti il prezzo praticato al singolo cliente come differenza fra il proprio prezzo di riferimento variabile nel tempo e lo sconto riconosciuto al cliente, garantito per tutta la durata del contratto. Inoltre vi è l’impegno a permettere il recesso del contratto senza penali e oneri aggiuntivi (con un preavviso minimo) in caso il prezzo richiesto per le forniture successive alla prima sia superiore a quello rilevato nello stesso periodo di fornitura dalla CCIAA territorialmente più prossima al consumatore.

Consigli

Si invitano pertanto i consumatori a leggere sempre le informative dei contratti prima di accettare qualsiasi proposta. Inoltre si consiglia di contrattare il prezzo del gas gpl e non accettare passivamente qualsiasi proposta offerta.

Foglio info AE09
Situazione al 23.05.2017



 
 

stamparespedireTop
Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti - via Petrarca, 32 - 38100 Trento
Tel. 0461-984751 | Fax 0461-265699 | Orario: Lun - Ven 10 - 12 e 15 - 17
www.centroconsumatori.tn.it | info@centroconsumatori.tn.it