Aprile 2018

  1. Vai alla navigazione
  2. Vai all navigazione secondaria
  3. Vai al contenuto
 
 
 
Aprile 2018
 
www.centroconsumatori.tn.it/794d1524.html
 

Navigazione secondaria

News
 

Contenuto

Newsletter
Abbonatevi gratuitamente al Pronto Consumatore in versione di newsletter per essere sempre aggiornati sulla tutela del consumatore.

 
 

NEWSLETTER CRTCU - APRILE 2018

TEMPO LIBERO

Primavera “in palestra” E' possibile uscire dai contratti?

La primavera è arrivata. Ed è proprio in questo periodo che molti decidono di rimettersi in forma iscrivendosi in palestra, in previsione della prova costume o per prepararsi allo sport outdoor. Spesso i clienti si rivolgono ad una palestra per rimettersi in forma in vista dell'estate, senza pensare che stanno per sottoscrivere un abbonamento che li legherà, il più delle volte, anche per un periodo successivo all'estate. I contratti di abbonamento alle palestre sono contratti per adesione che andrebbero letti attentamente e che ci obbligano al pagamento di una certa quota, per un periodo di tempo prestabilito (dai tre mesi fino anche ad arrivare ai due anni).

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
Per tutti gli ulteriori consigli relativi alla scelta di una palestra, e capire qual è quella che corrisponde alle nostre esigenze vi rimandiamo al nostro “Vademecum per palestre”, da scaricare sul nostro sito http://www.centroconsumatori.tn.it/154.html e a disposizione presso la nostra sede


ENERGIA ELETTRICA

Fatture in ritardo o di conguaglio: dal 1° marzo la prescrizione è di 2 invece che 5 anni

Non solo negli anni scorsi ma anche recentemente, al CRTCU sono stati trattati casi di consumatori, destinatari di salate fatture di conguaglio per la fornitura di energia elettrica o del gas, le cd. maxi-bollette. Fino ad oggi il cd. periodo di prescrizione entro il quale le società elettriche potevano richiedere il pagamento di tali conguagli era di 5 anni. Per le fatture di energia elettrica con scadenza successiva al 1° marzo di quest'anno, nel caso di rilevanti ritardi nella fatturazione da parte dei venditori oppure nel caso di fatturazione di conguagli, per la mancata disponibilità di dati effettivi di consumo per un periodo particolarmente rilevante, il cliente potrà ora eccepire la prescrizione breve di 2 anni (invece appunto che 5) e pagare solo gli ultimi 24 mesi fatturati.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextEFz1nB.pdf


CONSUMERISMO I

Dieci anni di attività: i servizi del CRTCU per i consumatori trentini

Servizi a 66.000 trentini recuperando per loro circa 6.600.000 euro: due dati significativi che riassumono l’attività svolta da Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e Utenti di Trento dal novembre 2007 al 2017 . Educazione al consumo per 5.000 studenti e circa 600 collaborazioni con i media locali per raggiungere la popolazione trentina e informarla sui loro diritti di consumatori, principali attori del mercato. Sono stati dieci anni di attività intensi, ricchi di soddisfazioni, soprattutto per l’accoglienza e la gratitudine manifestata dalla popolazione trentina a cui lo sportello provinciale CRTCU si è rivolto.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextTtZR9z.pdf




CONSUMERISMO II

Relazione attività 2017 Sportello Europeo dei consumatori

Nel corso del 2017 lo Sportello Europeo dei consumatori ha accolto un totale di 862 richieste di assistenza da parte dei consumatori trentini. Tra questi, 229
sono relativi al commercio elettronico, 173 a viaggi e vacanze e 170 in materia di trasporti: il numero si conferma in linea con il 2016 (+0,7%). In aumento le richieste di assistenza per quanto riguarda informazioni e assistenza all'invio
dei reclami e gestione indiretta con 617 (+14%), si registra un calo dei casi che hanno comportato l'intervento diretto del consulente per la risoluzione dei problemi 245 (-22%) rispetto al 2016. Il valore del recuperato è di Euro 68.096,10 (84% di quanto richiesto).

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextDIOC1Y.pdf


BANCHE

Commissione Istruttoria Veloce CIV: può essere illegittimo l’uso frequente e ripetuto!


L’istruttoria deve essere effettiva e la banca lo deve dimostrare. Controllate i vostri estratti conto. Frequentemente, tra le verifiche degli estratti conto dei consumatori, si trova la voce Commissione Istruttoria Veloce applicata tutte le volte che le persone vanno “in rosso” con il loro conto corrente o il loro fido.
E’, pertanto, opportuno ricordare che ai sensi dell’art. 117 bis TUB e del D.L. n. 644 del 2012 la CIV è stata introdotta con l’obiettivo di remunerare gli intermediari dei costi sostenuti per valutare il merito creditizio del soggetto cui vengono, istantaneamente, affidate delle somme di denaro a credito. Secondo l’art. 117-bis T.U.B., la CIV ha natura di spesa dovuta per l’effettiva attività istruttoria che la banca fa in occasione dello sconfinamento oltre l’affidato o in assenza di un affido in conto corrente.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextrrHo27.pdf


LA TUTELA DEI CONSUMATORI ARRIVA IN PAESE

Il nostro ufficio mobile ad aprile

Continua anche in primavera l’attività del nostro sportello mobile dei consumatori, nelle località del Trentino!
Per le date e i luoghi potete consultare la pagina web.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
http://www.centroconsumatori.tn.it/139d1453.html

Dichiarazione dei redditi 2018

Il 5 per mille a sostegno delle battaglie del CRTCU! Un gesto semplice - La tua firma ed il codice fiscale del CTCU: 94047520211

 
 

stamparespedireTop
Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti - via Petrarca, 32 - 38100 Trento
Tel. 0461-984751 | Fax 0461-265699 | Orario: Lun - Ven 10 - 12 e 15 - 17
www.centroconsumatori.tn.it | info@centroconsumatori.tn.it