Luglio/Agosto 2018

  1. Vai alla navigazione
  2. Vai all navigazione secondaria
  3. Vai al contenuto
 
 
 
Luglio/Agosto 2018
 
www.centroconsumatori.tn.it/794d1647.html
 

Navigazione secondaria

News
 

Contenuto

Newsletter
Abbonatevi gratuitamente al Pronto Consumatore in versione di newsletter per essere sempre aggiornati sulla tutela del consumatore.

 
 

NEWSLETTER CRTCU - LUGLIO/AGOSTO 2018

ARTIGIANI

Portare i capi in lavanderia: un breve vademecum del CRTCU spiega a cosa fare attenzione

A cosa fare attenzione prima di portare un capo in lavanderia? Come comportarsi se viene danneggiato, perso, o lavato male? Come chiedere un risarcimento? E siamo sicuri di sapere quanto vale il nostro capo ad un anno dall'acquisto? A tutte queste domande e molte altre cerca di dare risposta un nuovo vademecum predisposto dal CRTCU.
“Un problema che trattiamo spesso”, spiega la consulente del CRTCU, “riguarda proprio i capi che vengono lavati in lavanderia a fine stagione: vestiti completi di giacca e pantalone, trapunte, coperte, maglie. Capi che poi vengono riposti negli armadi fino alla stagione seguente, ancora incellofanati. Solo dopo mesi ci si accorge che il capo era stato lavato male o addirittura danneggiato con evidenti macchie e, pur tornando in lavanderia per contestare il danno, la lavanderia non ne risponde”.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
http://www.centroconsumatori.tn.it/144d1639.html il vademecum, la tabella con i valori indicativi di deprezzamento dei capi e le lettere tipo in caso di perdita o danneggiamento di uno o più capi
http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dexto6GMHH.pdf


VIAGGI&TEMPO LIBERO I

Voli cancellati Ryanair arriva la sanzione! 1.850.000 Euro per la compagnia aerea irlandese

Sono stati molti i consumatori trentini coinvolti nelle cancellazioni massive dei voli operate da Ryanair nei mesi di settembre e ottobre 2017 che hanno comportato notevoli disagi a chi aveva acquistato un biglietto con la compagnia aerea: l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha concluso il procedimento con una sanzione di 1.850.000 Euro alla compagnia irlandese, per aver posto in essere due pratiche scorrette consistenti nella 1) improvvisa cancellazione di un rilevante numero di voli già prenotati e pagati dai consumatori - per motivi imputabili al vettore aereo e in larga misura riconducibili a ragioni organizzative e gestionali già note al professionista e 2) nella carenza riscontrata nelle informazioni rese ai consumatori, per avvisarli della cancellazione dei voli, relativamente ai diritti loro spettanti – in particolare la compensazione pecuniaria.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextG5Qe6n.pdf


VIAGGI&TEMPO LIBERO II

I rimborsi per le spese sanitarie all'estero

Mi trovo all’estero in vacanza e subisco un incidente che mi causa una frattura; vengo ricoverato in ospedale per le cure e poi dimesso: devo pagare il conto di tasca mia oppure la mia ASL mi dà una mano? Voglio curare il mio mal di schiena presso un medico di fama internazionale in Germania; le terapie sono però assai costose: quanto potrò farmi rimborsare dalla mia ASL di appartenenza? Queste ed altre sono le domande che spesso privati cittadini rivolgono alle strutture sanitarie locali. Vediamo quindi insieme quali sono i casi che più frequentemente si presentano nella pratica dei rimborsi di spese sanitarie sostenute all’estero. Se ci si reca in uno dei Paesi dell’Unione Europea, dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) o in Svizzera per motivi di viaggio-vacanza, studio, o lavoro, è bene portare sempre con sé la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM). Tale tessera consente di usufruire delle cure medicalmente necessarie coperte in precedenza dai modelli E 110, E 111, E 119 ed E 128. Ci si può recare direttamente presso un medico o una struttura sanitaria pubblica o convenzionata; presentando la TEAM si ha diritto a ricevere le cure alle stesse condizioni degli assistiti del Paese in cui ci si trova. Le prestazioni sono generalmente gratuite (ad eccezione che in Francia e Svizzera dove però è possibile chiedere il rimborso sul posto alle istituzioni competenti), salvo il pagamento dell'eventuale ticket che è a diretto carico dell'assistito. Qualora, tuttavia, la TEAM non fosse stata accettata o non fosse stata portata con sé, al rientro in Italia si potrà chiedere il rimborso alla propria ASL delle spese sanitarie pagate, presentando la documentazione sanitaria e le ricevute di pagamento. Ricordate quindi di farvi rilasciare la fattura, la ricevuta o lo scontrino fiscale dall’ente che ha effettuato la prestazione (ambulatorio medico, ospedale, farmacia, presidio ...). Ministero della salute .

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
www.salute.gov.it, www.apss.tn.it e http://www.centroconsumatori.tn.it/145d686.html


ASSICURAZIONI

RC auto: confronto delle tariffe e i consigli per la stipula della polizza

Il mercato offre innumerevoli prodotti tra cui scegliere: compararne le caratteristiche e i costi permetterà di trovare l’offerta per noi più conveniente e personalizzata.
Di seguito alcuni consigli per risparmiare e i principali suggerimenti dell’IVASS (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) per la scelta della polizza migliore per le esigenze di ciascuno.
Confrontare le offerte
Le polizze RC auto non si rinnovano più automaticamente e quindi, ad ogni scadenza annuale, avremo la possibilità di cercare un’offerta migliore, stipulando un nuovo contratto. Potremo chiedere dei preventivi rivolgendoci alle agenzie o ai broker assicurativi, oppure potremo fare quest’operazione on-line attraverso i siti delle varie compagnie o siti privati di comparazione. Esiste anche uno strumento predisposto dall’IVASS proprio allo scopo di confrontare i preventivi RC auto di tutte le imprese presenti sul mercato.

MAGGIORI INFORMAZIONI
www.tuopreventivatore.it e http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextikCrms.pdf


BANCHE&FINANZA

Tassi ancora bassi per i mutui: confronta e risparmia

Abbiamo voluto verificare lo stato dei tassi d’interesse dei mutui in Provincia di Trento. Per farlo abbiamo individuato un profilo tipo e utilizzato comparatori online e, direttamente, i siti delle banche. I risultati dimostrano che i tassi sono ancora bassi, infatti, si va dallo 0,38% variabile di Unicredit, allo 0,98% fisso di Intesa San Paolo. Le Casse Rurali non compaiono nei comparatori online, infatti, loro adottano più una “politica del bancone”, rapporti one to one o cartellonistica: in questo caso abbiamo cercato le condizioni applicate direttamente nei fogli di trasparenza dei loro siti internet. Abbiamo potuto constatare che le Casse Rurali non rinunciano a mantenere nei contratti a tasso variabile il cosiddetto tasso floor o minimo, quindi in fase di stipula verificate! L’occasione è importante anche per ricordare alcune regole che disciplinano sia la trattativa commerciale da parte delle banche che il contratto di mutuo, secondo le nuove regole europee.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextZn3lpE.pdf


LA TUTELA DEI CONSUMATORI ARRIVA IN PAESE

Il nostro ufficio mobile a luglio

Continua anche in estate l’attività del nostro sportello mobile dei consumatori, nelle località del Trentino! Per le date e i luoghi potete consultare la pagina web.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
http://www.centroconsumatori.tn.it/139d1453.html
 
 

stamparespedireTop
Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti - via Petrarca, 32 - 38100 Trento
Tel. 0461-984751 | Fax 0461-265699 | Orario: Lun - Ven 10 - 12 e 15 - 17
www.centroconsumatori.tn.it | info@centroconsumatori.tn.it